POVERE CREATURE

Regia Yorgos Lanthimos

Durata 141 minuti

Dopo La favorita (2018), il regista greco Yorgos Lanthimos torna a dirigere un nuovo film, che è il suo primo adattamento cinematografico di un romanzo: la pellicola è infatti tratta dall’omonimo libro dello scrittore scozzese Alasdair Gray, edito circa trent’anni fa. La sceneggiatura è di Tony McNamara – già collaboratore del regista greco nel film precedente – il quale si è lasciato ispirare da diverse pellicole, tra cui Frankenstein Junior (1974). Il progetto inizia a prendere vita nel 2009, quando Yorgos Lanthimos fa visita a Alasdair Gray a Glasgow, in Scozia, per chiedere i diritti del romanzo. Passano gli anni: durante le riprese de La favorita, Lanthimos decide di riprendere in mano il progetto, includendo in esso Emma Stone sia come attrice protagonista che come produttrice: Povere Creature! è dunque la terza collaborazione tra il regista greco e la Stone, dopo La favorita e il corto Bleat (2022). Il resto del cast è composto da attori di fama internazionale, quali il pluripremiato Willem Dafoe, Ramy Youssef, Mark Ruffalo, Jerrod Carmichael e Christopher Abbott. L’opera è stata presentata in anteprima al Festival del cinema di Venezia 2023, dove ha vinto un Leone d’oro e ricevendo il plauso della critica.

Racconta la storia di Bella Baxter (Emma Stone), una donna moderna dal carattere un po’ lunatico e così emancipata da avere una sessualità molto spigliata per il suo tempo. Un giorno la donna, mentre cerca di sfuggire al marito, un uomo molto violento, ha un incidente e muore affogata. Grazie a un esperimento del dottor Godwin Baxter (Willem Dafoe), uno scienziato brillante e poco ortodosso, Bella torna stranamente a vivere, protetta da chi le ha ridato la vita. Sotto la guida di Baxter, la donna rediviva avverte, però, un profondo desiderio di imparare.
Bramosa di fare ritorno a quella mondanità che tanto le manca, Bella decide di fuggire insieme a Duncan Wedderburn (Mark Ruffalo), un avvocato noto non solo per la sua abilità nella professione, ma anche per la sua dissolutezza. I due vivono una travolgente avventura di continente in continente, mentre Bella, ormai totalmente libera da ogni giudizio del suo tempo, è sempre più decisa a difendere ogni forma di disuguaglianza ed emancipazione.

 

VENERDI’ 18,00
SABATO 21,00
LUNEDI’ 21,00